La Storia della Parroccchia

La parrocchia è stata eretta il 12 giugno 1962, con il decreto del Cardinale
Vicario Clemente Micara “Simul cum numero” con il titolo di S. Massimo, desumendone
il territorio da quello di S. Maria Immacolata e S. Vincenzo de’ Paoli e SS. Trinità
in Castello di Lunghezza. Per desiderio di Paolo VI la costruenda chiesa parrocchiale
doveva essere dedicata a Nostra Signora di Czestochowa. Il Cardinale Vicario Luigi
Traglia firmò il relativo decreto il 4 dicembre 1958 che fu poi promulgato dal Cardinale
Vicario Angelo Dell’Acqua il 25 dicembre 1965. La nuova chiesa, realizzata su progetto
di Alberto Tonelli, fu inaugurata dal card. Stefan Wyszynski, arcivescovo di Gniezno
e Warsawa, il 30 ottobre 1971. La parrocchia inizialmente è stata affidata al clero
diocesano, poi, dal 2 ottobre 1974, ai sacerdoti della Congregazione Benedettina
Silvestrina. Il complesso immobiliare è di proprietà della Pont. Opera per la Preservazione
della Fede e la provvista di Chiese in Roma. Dal 1° settembre 2015 la parrocchia
torna affidata al Clero Diocesano di Roma.

No tags for this post.