ORATORIO CUP – UNDER 10 – GRANDE VITTORIA!

Corsara ASD CZESTOCHOWA: partita perfetta!

Vittoria per 2 – 5 sul difficile campo dell’oratorio del San Josè Maria Escriva (Sabato 25 febbraio)

  

È stata una sfida aspra ma corretta, molto combattuta e giocata a ritmi elevatissimi da entrambe le squadre, fin dalle battute iniziali. Eccellente l’approccio della nostra compagine , che non si è fatta impressionare dal numeroso pubblico ed è sembrata a suo agio sul terreno ospite. Il San Josè ha provato a difendersi con ordine e a ripartire con qualche timido contropiede, ma si è dovuto arrendere al pressing alto del Czestochowa che con una prestazione corale di grande spessore non ha dato scampo agli avversari.

Grandi i nostri campioncini, belli e bravi. Grazie al lavoro fatto con passione di mister Domenico e mister Alessio.

No tags for this post.

IMMACOLATA CONCEZIONE DELLA B.V. MARIA

img-20161208-wa0024

LA SANTA MESSA DELLLE ORE 11,30 E’ STATA presieduta DA S.E. MONS. GIUSEPPE MARCIANTE, concelebranti il Parroco Don Patrizio, Don Stanislao, Don Jair, Don….,.

immacolata_concezione+ Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, l’angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, di nome Giuseppe. La vergine si chiamava Maria. Entrando da lei, disse: «Rallègrati, piena di grazia: il Signore è con te».
A queste parole ella fu molto turbata e si domandava che senso avesse un saluto come questo. L’angelo le disse: «Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio. Ed ecco, concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù. Sarà grande e verrà chiamato Figlio dell’Altissimo; il Signore Dio gli darà il trono di Davide suo padre e regnerà per sempre sulla casa di Giacobbe e il suo regno non avrà fine».
Allora Maria disse all’angelo: «Come avverrà questo, poiché non conosco uomo?». Le rispose l’angelo: «Lo Spirito Santo scenderà su di te e la potenza dell’Altissimo ti coprirà con la sua ombra. Perciò colui che nascerà sarà santo e sarà chiamato Figlio di Dio. Ed ecco, Elisabetta, tua parente, nella sua vecchiaia ha concepito anch’essa un figlio e questo è il sesto mese per lei, che era detta sterile: nulla è impossibile a Dio».
Allora Maria disse: «Ecco la serva del Signore: avvenga per me secondo la tua parola». E l’angelo si allontanò da lei.

Parola del Signore

 

http://www.famigliacristiana.it/articolo/immacolata-ecco-le-cose-da-sapere.aspx

No tags for this post.

2 DOMENICA DI AVVENTO – “Convertitevi”

giovannibattistacopiatizianogrande+ Dal Vangelo secondo Matteo

In quei giorni, venne Giovanni il Battista e predicava nel deserto della Giudea dicendo: «Convertitevi, perché il regno dei cieli è vicino!». Egli infatti è colui del quale aveva parlato il profeta Isaìa quando disse: «Voce di uno che grida nel deserto: Preparate la via del Signore, raddrizzate i suoi sentieri!».
E lui, Giovanni, portava un vestito di peli di cammello e una cintura di pelle attorno ai fianchi; il suo cibo erano cavallette e miele selvatico. Allora Gerusalemme, tutta la Giudea e tutta la zona lungo il Giordano accorrevano a lui e si facevano battezzare da lui nel fiume Giordano, confessando i loro peccati.
Vedendo molti farisei e sadducei venire al suo battesimo, disse loro: «Razza di vipere! Chi vi ha fatto credere di poter sfuggire all’ira imminente? Fate dunque un frutto degno della conversione, e non crediate di poter dire dentro di voi: “Abbiamo Abramo per padre!”. Perché io vi dico che da queste pietre Dio può suscitare figli ad Abramo. Già la scure è posta alla radice degli alberi; perciò ogni albero che non dà buon frutto viene tagliato e gettato nel fuoco. Io vi battezzo nell’acqua per la conversione; ma colui che viene dopo di me è più forte di me e io non sono degno di portargli i sandali; egli vi battezzerà in Spirito Santo e fuoco. Tiene in mano la pala e pulirà la sua aia e raccoglierà il suo frumento nel granaio, ma brucerà la paglia con un fuoco inestinguibile».

Parola del Signore

No tags for this post.

Oratorio Cup – TRE VITTORIE!

 

Grazie ragazzi per il vostro impegno! siete sempre i nostri campioni!oratorio-quadrPositiva la settimana per le nostre tre squadre impegnate nell “Oratorio Cup”. La under 10 si è imposta per 2 a 3 sul difficilissimo campo del Santa Maria Madre del Redentore a Tor Bella Monaca. Larga vittoria (2 – 11) della under 13 contro la Spes San Lorenzo. Infine vittoria casalinga della under 16 sulla squadra del Torre Spaccata per 8 – 5.

 

No tags for this post.

1 DOMENICA DI AVVENTO (Anno A) Buon Anno!

avvento1

 Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«Come furono i giorni di Noè, così sarà la venuta del Figlio dell’uomo. Infatti, come nei giorni che precedettero il diluvio mangiavano e bevevano, prendevano moglie e prendevano marito, fino al giorno in cui Noè entrò nell’arca, e non si accorsero di nulla finché venne il diluvio e travolse tutti: così sarà anche la venuta del Figlio dell’uomo. Allora due uomini saranno nel campo: uno verrà portato via e l’altro lasciato. Due donne macineranno alla mola: una verrà portata via e l’altra lasciata.
Vegliate dunque, perché non sapete in quale giorno il Signore vostro verrà. Cercate di capire questo: se il padrone di casa sapesse a quale ora della notte viene il ladro, veglierebbe e non si lascerebbe scassinare la casa. Perciò anche voi tenetevi pronti perché, nell’ora che non immaginate, viene il Figlio dell’uomo».

Parola del Signore

No tags for this post.

Under 10 Oratorio Cup ASD CZESTOCHOWA – SAN VINCENZO 1 – 13

Troppo superiore la formazione Bianco-Blu sul piano tecnico per non risolvere in fretta la pratica. Il Czestochowa ha tentato di giocarsi le proprie carte con un atteggiamento sempre propositivo ma alla fine ha inevitabilmente pagato dazio. La San Vincenzo è partita subito forte sfiorando subito il vantaggio. La squadra di casa ha stretto i denti, ma a poco a poco ha perso coraggio. E grazie ad un ispirato attacco ha creato qualche problema alla difesa avversaria. La San Vincenzo ha capito che non si poteva scherzare ed è andata in gol per ben tre volte, in tre minuti, approfittando in modo cinico, di altrettanti errori difensivi degli avversari,  per poi dilagare nei minuti successivi. Complimenti ai ragazzi di Tor Sapienza e comunque un caloroso grazie agli atleti del Czestochowa, perché nonostante tutto hanno ancora dimostrato il loro attaccamento alla maglia difendendo fino all’ultimo un risultato che sarebbe stata una punizione troppo severa.

img-20161112-wa0000

No tags for this post.

NOSTRO SIGNORE GESU’ CRISTO RE DELL’UNIVERSO

I membri del Sinedrio, che avevano consegnato Gesù a Pilato e ai soldati che dovevano crocifiggerlo, pensavano di essersi liberati di un uomo pio, certo, ma pericoloso politicamente. Ora, essi sono ai piedi della croce e lo scherniscono chiamandolo Messia, eletto di Dio, re. Ma Gesù, proprio in quanto Messia e Re nel compimento del piano eterno di salvezza, ingaggia sulla croce una lotta sanguinosa contro Satana, che aveva soggiogato l’uomo sull’albero del paradiso. Ora, sull’albero della croce, Cristo gli inferisce un colpo mortale e salva l’uomo. Gesù poteva scendere dalla croce e salvarsi; ma non l’ha fatto, perché altrimenti non ci avrebbe salvato. Ed ecco che raccoglie i frutti della sua passione: uno dei due ladroni crocifissi ai suoi fianchi confessa i propri peccati ed esorta l’altro a fare lo stesso, ma, soprattutto, professa la sua fede: Gesù è Re! Il Re crocifisso gli assicura in modo solenne: “Oggi sarai con me in paradiso”. Adamo aveva chiuso a tutti le porte del paradiso, Gesù, vincitore del peccato, della morte e di Satana, apre le porte del paradiso anche ai più grandi peccatori, purché si convertano, sia pure nel momento della loro morte. Del resto, noi ben conosciamo molte conversioni simili.

La Crocifissione

Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, [dopo che ebbero crocifisso Gesù,] il popolo stava a vedere; i capi invece deridevano Gesù dicendo: «Ha salvato altri! Salvi se stesso, se è lui il Cristo di Dio, l’eletto».
Anche i soldati lo deridevano, gli si accostavano per porgergli dell’aceto e dicevano: «Se tu sei il re dei Giudei, salva te stesso». Sopra di lui c’era anche una scritta: «Costui è il re dei Giudei».
Uno dei malfattori appesi alla croce lo insultava: «Non sei tu il Cristo? Salva te stesso e noi!». L’altro invece lo rimproverava dicendo: «Non hai alcun timore di Dio, tu che sei condannato alla stessa pena? Noi, giustamente, perché riceviamo quello che abbiamo meritato per le nostre azioni; egli invece non ha fatto nulla di male».
E disse: «Gesù, ricordati di me quando entrerai nel tuo regno». Gli rispose: «In verità io ti dico: oggi con me sarai nel paradiso».

Parola del Signore

No tags for this post.

Calcio a 5 Under 10: Oratorio Santa Rita – ASD N.S. Czestochowa 7 – 3

Ancora non ci siamo, ma nulla da rimproverare ai ragazzi di Domenico e Alessio per l’impegno che hanno messo in campo nel provare a rimettere in sesto una partita già compromessa nei primi minuti di gioco.

img-20161112-wa0000

“Paghiamo troppo la nostra inesperienza” è il commento lapidario di qualche genitore. Non si lascia scoraggiare mister Alessio: “Ci rifaremo alla prossima in casa, non ci sono scuse! Voglio i tre punti”. Più cauto Domenico “Dobbiamo lavorare questa settimana su alcune disattenzioni!  ” 

img-20161112-wa0001 Coraggio ragazzi! Siete sempre i nostri campioni!!!

No tags for this post.

33^Domenica del Tempo Ordinario

I discepoli ammirano l’architettura del tempio. Gli occhi di Gesù si spingono più in là: egli vede la distruzione di Gerusalemme, i cataclismi naturali, i segni dal cielo, le persecuzioni della Chiesa e l’apparizione di falsi profeti. Sono manifestazioni della decomposizione del vecchio mondo segnato dal peccato e dalle doglie del parto di nuovi cieli e di una terra nuova. In tutte le pressioni e le estorsioni esercitate sulla Chiesa, noi non dovremmo vedere qualche cupa tragedia, perché esse purificano la nostra fede e confortano la nostra speranza. Esse sono altrettante occasioni per testimoniare Cristo. Altrimenti il mondo non conoscerebbe il suo Vangelo né la forza del suo amore. Ma un pericolo più grande incombe su di noi: si tratta dei falsi profeti che si fanno passare per Cristo o che parlano in suo nome. Approfittando delle inquietudini e dei rivolgimenti causati dalla storia, i falsi profeti guadagnano alle loro ideologie, alle loro idee pseudo-scientifiche sul mondo e alle loro pseudo-religioni. La vera venuta di Cristo sarà invece così evidente che nessuno ne dubiterà. Gesù incoraggia i suoi discepoli di ogni tempo a rimanere al suo fianco sino alla fine. Egli trasformerà tutte le infelicità, tutti i fallimenti e persino la morte del martire in risurrezione gloriosa e in adorazione.

Colletta
O Dio, principio e fine di tutte le cose,
che raduni tutta l’umanità
nel tempio vivo del tuo Figlio,
fa’ che, attraverso le vicende,
liete e tristi, di questo mondo,
teniamo fissa la speranza del tuo regno,
certi che nella nostra pazienza
possederemo la vita.
Per il nostro Signore Gesù Cristo…

 

 X Dal Vangelo secondo Luca  (Lc 21, 5-19)

In quel tempo, mentre alcuni parlavano del tempio, che era ornato di belle pietre e di doni votivi, Gesù disse: «Verranno giorni nei quali, di quello che vedete, non sarà lasciata pietra su pietra che non sarà distrutta».
Gli domandarono: «Maestro, quando dunque accadranno queste cose e quale sarà il segno, quando esse staranno per accadere?». Rispose: «Badate di non lasciarvi ingannare. Molti infatti verranno nel mio nome dicendo: “Sono io”, e: “Il tempo è vicino”. Non andate dietro a loro! Quando sentirete di guerre e di rivoluzioni, non vi terrorizzate, perché prima devono avvenire queste cose, ma non è subito la fine».
Poi diceva loro: «Si solleverà nazione contro nazione e regno contro regno, e vi saranno in diversi luoghi terremoti, carestie e pestilenze; vi saranno anche fatti terrificanti e segni grandiosi dal cielo.
Ma prima di tutto questo metteranno le mani su di voi e vi perseguiteranno, consegnandovi alle sinagoghe e alle prigioni, trascinandovi davanti a re e governatori, a causa del mio nome. Avrete allora occasione di dare testimonianza. Mettetevi dunque in mente di non preparare prima la vostra difesa; io vi darò parola e sapienza, cosicché tutti i vostri avversari non potranno resistere né controbattere.
Sarete traditi perfino dai genitori, dai fratelli, dai parenti e dagli amici, e uccideranno alcuni di voi; sarete odiati da tutti a causa del mio nome. Ma nemmeno un capello del vostro capo andrà perduto. 
Con la vostra perseveranza salverete la vostra vita».

Parola del Signore

No tags for this post.